(Mc 10, 13-16)Gesù e i bambini: Gli presentavano dei bambini perché li accarezzasse, ma i discepoli li sgridavano. Gesù, al vedere questo, s'indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me e non glielo impedite, perché a chi è come loro appartiene il regno di Dio. In verità vi dico: Chi non accoglie il regno di Dio come un bambino, non entrerà in esso». E prendendoli fra le braccia e ponendo le mani sopra di loro li benediceva

Chi Siamo Ricordo di Don Paolo

L’Asilo Infantile Rigollet nasce dal lascito testamentario dell’8 agosto 1863 di Jean Louis RIGOLLET, che dispone che i suoi beni, non diversamente attribuiti ad eredi, concorrano per l’istituzione di una “Salle d’Asile avec École enfantine”, nella quale siano ospitati bambini di entrambi i sessi di Châtillon, perché possano ricevere un’educazione e un’istruzione adeguata alla loro età.
Con Regio decreto datato 11 maggio 1865 l’Asilo Infantile Rigollet è eretto ad Ente Morale e, con lo stesso Decreto, l’Ente è autorizzato ad accettare i beni legati al testamento. Le volontà testamentarie prevedono che l’Ente sia amministrato dal Parroco e dalla Giunta Municipale.

Con testamento olografo aperto il 25 gennaio 1873, il nipote di Jean Louis Rigollet, François Rigollet, lascia all’Ente una rendita di lire 50 con l’obbligo che l’Ente medesimo assuma il nome di “Institut Rigollet”.
L’Asilo ha sede originaria presso i locali del Convento dei Cappuccini di Châtillon (locali detti Marquisat) ed in quei locali sono ospitati in media più di cento bimbi.
Nel 1957 si trasferisce in un edificio costruito appositamente dal Comune di Châtillon, dove è tutt’ora, e la frequenza varia, a seconda degli anni, da 50 a 90 alunni.

Il primo Statuto organico risale all’ 8 agosto 1877. Lo scopo del pio Istituto è …”preparare l’educazione religiosa, morale e civile dei fanciulli d’ambo i sessi” e “sono ricevuti i fanciulli nati da genitori aventi dimora stabile nel Comune di Châtillon”. E’ retto dal Comitato Direttivo composto dal Curato, dal Sindaco e dalla Giunta Municipale.

Lo Statuto è aggiornato il 1° ottobre 1952; lo scopo dell’Asilo è …”accogliere e custodire gratuitamente nei giorni feriali i bambini poveri del Comune di Châtillon dall’età dai tre ai sei anni…”.L’Asilo è retto dall’Assemblea Generale dei Soci, dal Consiglio di Amministrazione composto dal Parroco, da un membro nominato dal Comune, da un membro nominato dalla Direzione Didattica e da due membri nominati dall’Assemblea.

L’Ente possiede, a seguito di lascito testamentario di Valeria Edvige Giglio Tos, un immobile sito in Châtillon, i cui ricavi sono stati anni addietro, garanzia di sopravvivenza per l’Asilo Infantile.

ED OGGI….
Oggi  l’Asilo Infantile Rigollet è la Scuola dell’Infanzia che trovi al N. 19 di Via Tollen e che accoglie 50 bambini di età compresa fra i 3 e i 6 anni. Con Decreto prot. N. 28967/5/SS datato 31 maggio 2002, l’Assessore Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d’Aosta, gli ha riconosciuto lo status di Scuola Paritaria.
Con atto pubblico in data 29 dicembre 2004, a rogito del Notaio Antonio Marzani rep. N. 7960/3542, si è dato corso alla trasformazione dell’Ente Morale in Fondazione, riconosciuta con Decreto della Presidenza della Regione Valle d’Aosta in data 1° agosto 2005.
 La gestione della Scuola è affidata al Consiglio di Amministrazione presieduto dal Parroco e composto da sei Consiglieri, in rappresentanza del Comune di Châtillon, dell’Istituzione Scolastica e/o di Enti Territoriali, delle Politiche Educative e Religiose e dei genitori ed ancora esperti in servizi socio-assistenziali o in materia di sicurezza.
Già dagli anni ’30 la funzione educativa è stata affidata alle Suore della Congregazione di San Giuseppe di Aosta che sono rimaste, ininterrottamente, fino all’anno scolastico 2002/2003. Oggi l’insegnamento è affidato a personale laico e per volontà del Consiglio di Amministrazione si mantengono le finalità educative già espresse nel lontano 1873, ottimizzando la realizzazione dell’offerta formativa sul territorio.

La Scuola, come prevede lo Statuto, continua ad avere un indirizzo cattolico. Oltre ad adottare un progetto educativo che cambia per ogni anno scolastico è prevista una specifica programmazione riguardante l’insegnamento della religione cattolica con unità di apprendimento che sono proposte settimanalmente, mentre nel quotidiano si coglie l’occasione di trasmettere il messaggio di Gesù con l’attimo di riflessione e di preghiera la mattina, con il ringraziamento prima del pasto ed ogni volta che si presenta l’occasione.

ORARIO SCOLASTICO E FREQUENZA:
La scuola rimane aperta dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 17.00.
In sede di iscrizione il genitore sceglie l'orario di frequenza che durante l'anno non potrà essere variato, se non da comprovati motivi.
Si richiede alla famiglia l'impegno ad assicurare una frequenza puntuale e costante, al fine di garantire un migliore inserimento dei bambini nel contesto scolastico, oltre che il raggiungimento degli obiettivi previsti nel progetto educativo.
ENTRATA tutti i giorni della settimana dal lunedì al venerdì
Dalle 7.45 alle 8.00, o dalle 8.00 alle 8.30, o dalle 8.30 alle 8.50.
La porta d'ingresso sarà chiusa, rigorosamente, alle ore 9.00
USCITA il lunedì martedì giovedì venerdì
Alle 16.00 o dalle 16.30 alle 16.55.
USCITA il mercoledì
Alle 11.45 o dalle 16.30 alle 16.55.
Su richiesta delle famiglie, per tutti i giorni della settimana, contemplata un'uscita alle 13.45 .

Organizzazione didattica:
Le due sezioni mantengono unitarietà didattica; le insegnanti titolari sono responsabili della sezione ma tutte conoscono i bambini. La lingua francese è usata correntemente nell'arco della giornata in sezione e durante la preghiera, il pranzo, la merenda.
Giornata tipo:
dalle 7.45 alle 9.00 accoglienza in salone e/o in sezione con gioco libero
dalle 9.00 alle 10.00 gioco/canto in gruppo/spuntino a base di frutta fresca
dalle 10.00 in sezione: preghiera, attività di "routine", gioco libero,
attività didattiche
alle 11.45 preparazione al pranzo
alle 12.00 pranzo
alle 13.00 igiene orale
alle 13.15 gioco libero in salone, in aula o in cortile
alle 14.00 momento di rilassamento e/o attività strutturata per gli alunni del primo e del secondo anno e attività didattica per gli alunni del 3∘ anno
alle 16.00 1∘ uscita
dalle 16.00 alle 16.30 merenda e gioco libero
dalle 16.30 alle 16.55 2∘ uscita

A tutela dei ritmi giornalieri dei bambini, i suddetti orari sono mantenuti per tutto l'anno scolastico, fatta eccezione:
- per i mesi di settembre ed ottobre dedicati agli inserimenti e all'accettazione graduale delle nuove regole da parte dei più piccoli; all'osservazione da parte delle docenti al fine di conoscere le specificità di ogni singolo bimbo.
- per il mese di giugno durante il quale si darà ampio spazio ad attività e giochi allìaria aperta.

Il simbolo dell'Asilo Rigollet è il GIRASOLE, che vuole rappresentare il bambino: segno di purezza e di bellezza, fiore e gioia dei propri genitori, centro dell'universo attorno al quale GIRA il mondo.
I bambini sono felicità ed allegria, ma anche vivacità e vitalità. La scuola dell'infanzia è il SOLE che li scalda e li accoglie, li protegge e li educa ma soprattutto è luogo dove poter IMPARARE GIOCANDO.